Cerimonia di primavera con Sarabanda: giocando tra paillettes e pizzo
Una prima incursione tra gli abiti per la cerimonia di primavera con due outfit bambina Sarabanda stupendi. E tanti consigli...
Vaccini e autismo: la bufala spiegata dall'immunologa del Meyer
La D.ssa Lippi, immunologa del Meyer, smentisce in questo video la bufala sulla correlazione tra vaccini e autismo. Da ascoltare...
Nuovo Chicco Trio LOVEMotion: con il tuo piccolo ovunque con praticità e design!
Scegliere un passeggino troppo ingombrante può farvi passare la voglia di andare in giro con un neonato; noi andiamo sul...
Home / Fashion / Miti da sfatare: le certezze assolute da abbattere per creare il proprio stile
miti da sfatare mamme a spillo

Miti da sfatare: le certezze assolute da abbattere per creare il proprio stile

Miti da sfatare anche nell’abbigliamento: ecco tutti i diktat che possono essere demoliti per trovare il proprio stile anche negli abbinamenti o nella scelta dei capi che, spesso, vengono bocciati.

Anche nel frivolo e poco ortodosso, spesso, mondo della moda persistono da anni credenze e miti che forse vale la pena provare a sfatare. Per quanto spesso la creatività della moda dia voce all’espressione dell’individuo, grazie ai colori, alle fantasie, permettendo a ognuno di esprimere qualcosa della propria personalità, a volte ci sono credenze e stereotipi ancorati difficili da sradicare. Ecco alcuni dei più diffusi e odiosi falsi miti che proveremo a demolire.

miti da sfatare marrone e nero mamme a spillo

Quante volte avrete sentito dire che il blu e il nero, o il marrone e il nero, non si abbinano? Dipende dal tipo di nuance di blu o di marrone che si sceglie. Il nero sfina? Sì, ma il nero non fa certo miracoli e poi il tanto vituperato bianco non sempre allarga: molto è relativo al tipo di tessuto di cui è composto il capo che si sceglie e alla sfumatura del colore principale. Le righe verticali per sembrare più magri? Anche qui l’affermazione va vista nel contesto del capo che ci interessa.

miti da sfatare blu nero mamme a spillo

Insomma queste “certezze assolute” vanno sciolte, soprattutto in considerazione del fatto che anche i guru della moda e del buon gusto ormai hanno sdoganato tanti di questi diktat e hanno permesso di creare degli stili unici anche con ciò che un tempo veniva, di fatto, vituperato! La cosa importante è che si arrivi a formulare uno stile personale e che lo si indossi con disinvoltura, mescolando anche fantasie diverse – altra tendenza in atto – purché il risultato finale sia sempre di buon gusto!

miti da sfatare scarpe stringate gonne mamme a spillo

  • Il blu e il nero non si abbinano mai. Partiamo da questa diffusissima credenza per smentirla: è ovvio che qui il discorso è soggetto al gusto personale, ma se l’accoppiamento di vestiario blu/nero vi piace, perché non indossarlo? Naturalmente, se il punto di blu vira sulle tonalità del cobalto, del lapislazzulo, del blu elettrico, per intenderci, è meglio perché si ditingue meglio, ma nulla vieta che si possa indossare un blu notte con il nero. Stesso dicasi per il binomio marrone/nero.
  • Sempre a proposito di nero: il nero sta bene a tutti. Se sia ha un’abbronzatura tropicale o se si ha l’incarnato troppo pallido, forse a qualcuno può non piacere indossarlo o può effettivamente non donare. Meglio stemperarlo, in questi casi, con altre cromie più chiare o più accese, in modo che il contrasto faccia risaltare, e non spegnere, la carnagione di chi lo porta.
  • Le fantasie non vanno mai mescolate: anche in questo caso dipende da quali fantiasie e da come si equilibriano tra di loro. Le microfantasie, per esempio, se sono tono su tono o con contrasti cromatici delicati, possono dar vita ad outfit davvero belli se sapientemente mixate. Malìparmi, Cavalli sono marchi che da sempre mixano colori e fantasie e i risultati finali sono notevoli. È importante focalizzare, in questi casi, quali siano i colori predominanti o la stampa con il disegno più grande per saper coordinare bene il tutto.
  • Solo pochette o borse piccole per gli abiti da sera. Anche in questo caso, il taboo della borsa grande sembra essere stato abbattuto, visto lo spopolare, nelle ultime stagioni, di modelli capienti da coordinare con abiti da red carpet. Una borsa dalle dimensioni più contenute, più compatte, risulta più elegante, ma non è da eslcudere a priori che in alcuni casi si possa indossarne una ampia pure per la sera. Se il materiale con cui è realizzata è elegante e, nel complesso, non risulta troppo ingombrante, la scelta può ricadere anche su modelli diversi.
  • Le calze color carne sanno di “vecchia”: certo, se le scegliete da 80 denari, e color beige l’effetto sarà quello di una calza contenitiva e, magari, a compressione graduata. Ce ne sono ormai in commercio (in poliuretano, ad esempio) anche effetto abbronzato e color nude che risultano più delicati nelle nuances e se soffrite il freddo, meglio optare per una di questo tipo piuttosto che rischiare un congelamento del nervo sciatico per essere perfette nella vostra mise.
  • Non è detto, inoltre, che solo  ai magri stia bene tutto. Quelli che io chiamo gli “eccessivamente magri” possono avere problemi con la scelta del proprio look tanto quanto i cugini più in ciccia. Ci sono tagli di capi che ad una persona magra non stanno bene, pur se il seno è piccolo, il fianco è stretto e non si ha la pancia.
  • Colori accesi troppo dificili da abbinare? Ma non è sempre detto: il nero e il bianco possono essere spesso utili a smorzare la “forza” di alcune tinte ritenute aggressive come il giallo, il rosso, il blu elettrico o il verde. Magari su un total blcak un accessorio dal colore vivace dà persnoalità al total look e lo rende partciolare. Certo dovrete essere disinvolte nell’indossarle, perché risultare impacciate con certi colori è peggio che indossare tinte smorte.
  • Anche le scarpe con stringhe vengono spesso bocciate se portae in abbinamento alle gonne.  D’accordo: la brogue ha un taglio più maschile, ad esempio, però se ha il tacco e una silouhette affusolata, sono dell’idea che si potrà mixare anche la gonna con la scarpa allacciata. Se la sceglierete, inoltre, con pellami trattati a vernice darete quel tocco di femminilità in più che non guasta.

miti da sfatare fantasie mescolate mamme a spillo

miti da sfatare colori accesi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*