Mamme multitasking

Il Natale da famiglia allargata, tra gioia e malinconia

Comments (2)
  1. Federica ha detto:

    Io ho vissuto una profonda crisi con mio marito un anno fa…stavamo per lasciarci, ci sembrava finita… poi lui mi fa: vuoi che me ne vada da casa? Ed io ho visto le scene, quelle di cui tu parli sempre…lascia i bambini il venerdì, riprendili la domenica… ma soprattutto spiegagli perché il loro papà non dorme più a casa, perché non gli fa più il bagnetto la sera, perché a cena non c’è più. .. beh non ce l’ho fatta. Sapevo quanto avrebbe sofferto lui e quanto avrebbero sofferto loro. E così ho deciso di soffrire io. Ci abbiamo riprovato, per loro. Non è facile… ma per ora va bene così. Alla fine sono felice quando vedo che gioca con loro, che loro escono da scuola e gli corrono incontro. Hanno la loro quotidianità e non me la sono sentita di toglierla loro… Per cui dire che ammiro profondamente la scelta dolorosa cHe hai fatto è dire poco…

  2. Priscilla ha detto:

    Intanto un abbraccio: sei una donna fortissima! Io vivo queste situazioni di striscio, perché mio fratello ha divorziato un anno fa e da quattro anni ogni festa diventava un litigio tra lui e la mia ex cognata (ex senza astio, ci tengo a dirlo) per chi doveva tenere il bambino, per quanto tempo e con che modalità. Insomma, uno strazio! Ed è uno degli aspetti che non si tengono mai in considerazione quando ci si lascia, ti colpiscono sempre dopo, come un pugno nello stomaco.

    E’ bello comunque sapere che i bambini vivono questo con relativa serenità (le tue figlie invece sembrano proprio felici!) e questo è l’importante. Spero che col tempo questa malinconia non sia così “invadente” e che ti lasci lo spaio per riempirti il cuore di gioia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *