Mamme multitasking

Mamma di un bimbo maschio: ma l’uomo della mia vita è mio marito, non lui

Comments (7)
  1. Lalu ha detto:

    Brava. Non commento quasi mai, ma approvo spesso. Mi piace la tua libertà….avrai le tue debolezze come tutti, ma te ne freghi dei giudizi o dei giudizi finti consigli. ..soprattutto delle donne…acerrimo nemiche tra di noi!!.
    Lalu
    http://Www.ilquadernodilalu.it

    1. Valentina Piccini ha detto:

      grazie mille per le tue parole!

  2. mammachebrava ha detto:

    Bravissima!! Anche io la penso come te!! Ho appena partorito un maschietto anch’io, dopo una bimba…e non mi sembra o almeo per adesso che lui possa essere l’uomo della mia vita! Sento verso di lui la stessa tenerezza, lo stesso amore e le stesse emozioni di quando ho partorito la mia primogenita…forse l’unica differenza è che attualmente c’è più consapevolezza e sicurezza rispetto alla prima esperienza!!
    A presto
    Teresa

  3. fraga ha detto:

    Brava! Brava! E’ proprio vero. Sono mamma di due maschietti e non mi pare che abbiano preso il posto del mio compagno al quale mi sento legata da un amore profondo e diverso dall’amore che ho per i miei due bimbi. Sono amori diversi che non possono sostituirsi, se succede secondo me è perchè qualcosa si è rotto. Eppoi credo che sia di fondamentale importanza che i bambini crescano con genitori che si vogliono bene, che si prendono i loro spazi, che si abbracciano, che si amano, che…

  4. Paola ha detto:

    Credo che nessuna mamma che consideri il proprio figlio come uomo della propria vita intenda che questi debba sostituire il proprio marito … mi sembra assurdo doverlo precisare. Vuol dire semplicemente che esiste un amore DIVERSO e NUOVO. È un modo per esprimere il concetto che, mentre prima esisteva probabilmente solo l’amore verso il proprio compagno, ora ne esiste anche un altro, totalmente diverso, più innocente e protettivo, che non compete nè sostituisce quello che si nutre verso il proprio partner.Qui non si tratta di stilare graduatorie. Si tratta di amori diversi che possono tranquillamente coesistere. È ovvio che si tende poi ad enfatizzare l’amore verso i propri figli, maschi o femmine che siano. Si tratta di amori del tutto nuovi, che conosciamo in età adulta, che molte di noi neanche immaginavano si potesse provare.
    I propri figli, sia maschi sia femmine, sono gli amori della vita di molte mamme … per loro molte di noi darebbero la vita!! Ciò non vuole affatto significare che l’amore verso i propri partner diverrà automaticamente meno intenso o che ci si sottrarrà al proprio ruolo di compagna, amante e donna. Tutt’altro!! Si tratta in entrambe i casi di amori intensi e forti ma di natura diversa.
    Allo stesso modo, per quanto mi riguarda, l’amore verso il partner non dovrà divenire una scusante per celare i propri egoismi a danno dei propri figli. Non credo infatti sarei stata in grado di comportarmi come hanno fatto questi 2 signori nei riguardi dei figli avuti con i precedenti partner!
    Inviterei le lettrici di andare oltre il significato letterale delle parole e di non banalizzare!!
    Ritengo pertanto questo articolo frutto di un ragionamento vuoto e superficiale.

    1. Valentina Piccini ha detto:

      Cara Paola,
      magari lo fosse!
      Conosco molti uomini rovinati dalle loro mamme che ad un certo punto si sono dimenticate di avere un marito (o non lo avevano proprio) e hanno sfogato sul figlio tutto il loro “amore”.
      E’ chiaro che siano due amori diversi, qui non c’è la componente sessuale, ma trovo il tuo commento abbastanza buonista e incapace di guardare la realtà.
      Esistono eccome queste madri che soffocano i loro figli, di solito le femmine in qualche modo si affrancano, ma i maschietti, ahimè, rimangono spesso dei “tontoloni” che desiderano la pappa scodellata.

      1. Eleonora ha detto:

        Verissimo! Sono d’accordo con te Valentina. Quante mamme morbose conosco che per un figlio/a mettono da parte tutto: marito, lavoro e perfino se stesse. Io non dico che sia sbagliato fare rinunce per i figli, ma il fatto che una diventi madre non significa che abbia smesso di vivere, bisogna comunque mantenere un’identità! E poi guardiamo in faccia la realtà, è vero che molte donne trascurano il compagno come se fosse buono solo a permetterle di figliare. Addirittura una volta ho letto di una mamma che dovendo scegliere avrebbe rinunciato a suo marito a calci per i suoi figli… beh insomma i figli ovviamente sono figli, ma dirlo con questi toni mi ha fatto pensare “povero marito” così.. come se fosse un giocattolo, io manco di un cane parlerei così. Non trovo sia giusto. Io amo il mio compagno e non mi sognerei mai di accantonarlo dopo che abbiamo camminato sempre insieme, i miei figli li amo da morire ma sono due amori diversi e non si può decidere chi viene prima e chi viene dopo perché fino a prova contraria fanno tutti parte della mia famiglia e mio marito è l’uomo con cui ho deciso di formarla, non un pincopallo preso a caso!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *