24 ore a bordo di Gran C4 Picasso di Citroen

Com'è la vita di una pluri-mamma a bordo di Gran C4 Picasso? L'ho provata per voi per 24 ore e devo dire che aiuta in molte cose!Presto vi dico come averla tutta per voi per un giorno intero:)#BlueHDiCitroen #YourDrivingDay

Pubblicato da Mamme a Spillo su Lunedì 5 giugno 2017
Stile di vita

L’auto perfetta per la famiglia | Gran C4 Picasso di Citroën

Io e la mia auto viviamo in simbiosi da quando ho raggiunto l’età per la patente. Viaggi all’estero a parte, mi muovo solo in auto, vuoi perché la mia zona non è per niente ben servita a livello di treni, autobus, aerei, vuoi perché per me l’auto è una seconda casa, un microcosmo tutto mio che mi accompagna ovunque facendomi sentire sempre al sicuro.

Certo, le mie esigenze in fatto di automobile sono decisamente cambiate negli ultimi anni: quando sono rimasta incinta della prima figlia viaggiavo in una spider due posti, una macchina scattante e divertente che ho chiaramente abbandonato in favore di un’altra soluzione. e ora che sono quattro volte mamma l’auto dei sogni ha ben altre caratteristiche. Lo spazio, la sicurezza, i consumi ridotti, l’occhio all’ambiente che lascerò ai miei figli… Insomma, come tutte voi alla mia auto chiedo tanto e nella mia ricerca del modello perfetto ho incontrato un modello che coniuga armonicamente tutte queste caratteristiche e anche molte in più.

In occasione del “Your Driving Day” di Citroën – grazie a quale potete provare per 24 ore intere due dei modelli di punta della gamma del brand: Citroën C4 Cactus e Citroën C4 Picasso – io ho testato Citroën Gran C4 Picasso con tutti i miei bimbi (“maltrattato” sarebbe il termine giusto) e ecco le cose che ho amato tantissimo di quest’auto. Badate bene, qui andiamo poco sul tecnico, perché a noi mamme interessano più le cose pratiche, giusto?

Perché Citroën Gran C4 Picasso è l’auto perfetta per la famiglia?

  • HA 7 POSTI: due in più della “sorella” C4 Picasso, cosa che per me e per chi ha più di due figli è imprescindibile. Mi capita spesso di viaggiare con i miei 4 bimbi e se anche buttassi fuori il marito non c’è 5 posti che regga: tre seggiolini insieme non entrano dietro, bisogna per forza ricorrere ad una 7 posti. Tra l’altro, a differenza di quanto accade di solito, i due posti in più qui sono veramente facili da estrarre o ripiegare quando non servono, a prova di manicure, direi.
  • È PERFETTAMENTE EQUIPAGGIATA PER I BAMBINI: questa è un po una caratteristica che contraddistingue Citroën, brand dalla forte vocazione familiare. I sedili anteriori ospitano sul retro tavolini simili a quelli dell’aereo, su cui i bimbi possono appoggiare libri, giocattoli e merenda, che almeno per noi non manca mai. I bimbi possono decidere se accendere la loro luce personale e alzare o abbassare l’aria condizionata, indipendentemente dal guidatore e hanno a disposizione davvero tanti spazi supplementari in cui riporre giochi e altro. Anche i due sedili dell’ultima fila sono spaziosi e, pensate, anche con i 7 posti occupati, nel bagagliaio entrano comunque zaini e passeggino. L’attenzione in più? Non dovete spostare il retrovisore per vedere se il bimbo dietro dorme, perché nell’abitacolo c’è uno specchietto più piccolo in più che serve proprio ad osservare i passeggeri.
  • È SICURA: ok la macchina bella e veloce (su questo torniamo dopo), ma quando si hanno dei bimbi a bordo la sicurezza è ciò che più conta. Gran C4 Picasso presenta attacchi Isofix sulle sedute posteriori (secondo me indispensabili per completare l’azione del seggiolino), ma anche, lato guidatore, il controllo della distanza di sicurezza e dell’impatto imminente; insomma, bisogna sempre prestare la massima attenzione alla guida, ma questo è un aiuto (decisivo) in più, sia in città che per chi come me macina km su km in autostrada. Non vi basta? Abbiamo rilevazione dei cartelli stradali e dei limiti di velocità, regolatore di velocità adattativo con funzione Stop, avviso attivo di superamento involontario della linea di carreggiata, Active Safety Brake, Coffee Break Alert e Sistema attivo di sorveglianza dell’angolo cieco. Insomma, il prossimo passo è che si guidi da sola.
  • PARCHEGGIO (PIU’ CHE) ASSISTITO: dai, inutile girarci intorno, la percentuale di gente che non sa parcheggiare è altissima (io in primis). E quando hai dei bimbi dietro che magari chiacchierano e fanno il tifo è anche peggio! Citroën Gran C4 Picasso però ci fornisce tutti gli strumenti per parcheggiare anche negli spazi più ristretti: selezioni la modalità di parcheggio assistita, la tipologia di parcheggio (a marcia in dietro tra due auto, a spina di pesce, ecc.) e lei fa il lavoro per te. L’auto è dotata anche di telecamere anteriori e posteriori per una fantastica visuale a 360° gradi, grazie a cui vedi la posizione della tua macchina e delle altre dall’alto.
  • IL COMFORT: la guidi benissimo in città e non fa sobbalzare i bambini nei sedili posteriori perché è “morbidissima”, ma al tempo stesso l’ho guidata per 400 lunghi Km in autostrada e devo dire che la tenuta è ottima e la rumorosità di sottofondo davvero minima. Il plus è il tetto panoramico che ti fa sentire all’aria aperta anche mentre guidi (con assoluta protezione contro il sole e il calore, però)!
  • GIUSTI CONSUMI ED ECOSOSTENIBILITA?: La tecnologia BlueHDi, con 100 brevetti al suo attivo, è secondo gli esperti la più avanzata in termini ecologici disponibile sul mercato (escludendo le ibride), in quanto permette di ridurre fino al 90% l’emissione degli ossidi d’azoto (NOx), di ottimizzare le emissioni di CO2 e i consumi, continuando a garantire l’eliminazione del particolato fino al 99,9%
  • È BELLA: non l’ho specificato all’inizio, ma Citroën Gran C4 Picasso si commenta da sola. Presenta le linee sinuose che caratterizzano Citroën concentrare in una monovolume assolutamente elegante e di tendenza, oserei dire “femminile” e ospitale come solo una mamma può esserlo. Il colore della mia, poi, è top! Gli interni sono moderni e tecnologici: i classici pulsanti hanno infatti lasciato spazio ad un sistema di controllo multimediale  touchscreen e tutti i comandi principali (dal climatizzatore al navigatore, fino al Bluetooth e ai sistemi di assistenza al parcheggio e alla guida, sono infatti governabili dal Touch Pad da 7” anteriore).

Come fare per averla tutta per sé per 24 ore?

Basta partecipare a Your Driving Day di Citroën, registrandosi fino al 28 giugno sul sito dedicato www.citroenyourdrivingday.it. Si sceglie il concessionario in cui si vuole ritirare l’auto, il giorno, il modello e si riceve una email di conferma, con tutte le informazioni utili ad effettuare il long test drive.

Dopodiché avrete una giornata intera per testare l’auto in ogni situazione a voi utile.

In più, se deciderete di acquistare l’auto dopo il Your Driving Day test, riceverete in regalo da Citroën il nuovo Antifurto Satellitare Vodafone Automotive, parte dell’ultima generazione di dispositivi antifurto, abbinato ad un servizio operante in 44 Paesi europei, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, che permette il tracciamento del veicolo, localizzazione e recupero tramite le Forze dell’Ordine in caso di furto.

Pronte per provarla anche voi?

Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *