Fashion

HM e Zara, occhio alla fregatura delle taglie!

Comments (3)
  1. Io ha detto:

    Io porto una 48. Non ci vedo nulla di male. Sei offensiva.

    1. Valentina Piccini ha detto:

      In cosa? Nel dire che in molti casi non atrivano nemmeno ad una 46? Non sono io ad essere offensiva, semmai chi studia questi stratagemmi sulle taglie e ci vuole continuamente più magre

  2. Amedeo ha detto:

    La risposta delle due aziende non sono soddisfacenti, e forse si accoderanno anche altre: La prima è scontata, ci mancherebbe altro che gli obiettivi non siano per soddisfare la clientela, ma è inaccetabile che le taglie variano a secondo la media dei paesi in cui si operi, ma cosa significa?! Allora se si opera con la Cina che sono tutti dei grisini ci dovremmo adeguare alle loro taglie? Ma per piacere. Bisogna adeguarsi alle esigenze nazionali non come una taglia da uomo 56 è pari a una 50 o un 52 a un 48; si parla di vestibilità? Ma cosa vuol dire? Vuol dire solo creare confusione a livello commerciale ma a svantaggio delle vendite. Soluzione? Super visore delle aziende Italiane nei luoghi di produzione per controllare la parte tecnica. Ve lo dice un esperto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.