Mamme multitasking

Come vivono il lavoro di mamma i figli di una blogger? Ecco la visuale delle mie principesse

Comments (5)
  1. Sara ha detto:

    Ciao, premetto che adoro il
    Mestiere di blogger, e non nego che qualche volta ho pensato di buttarmi in questo mondo, ma mi chiedo come facciano le tue bambine a conciliare i loro impegni con i tuoi…
    Io sono una mamma lavoratrice a tempo pieno ed ho 2 bambine di 5 e 3 anni che hanno una vita piena di impegni! Ginnastica, teatro, inglese, le visite ai nonni, i parchi giochi, i giri in bicicletta, coi pattini, le visite ai cugini, a casa con gli amici…senza dimenticare l’asilo fino alle 16! Io faccio i salti mortali a conciliare i loro impegni con i miei orari…anche se sono molto flessibili! Ma mi viene da pensare che le tue figlie per quanto super impegnate, lo sono nel tuo mondo e Nn nel loro. Essendo tre non è una lotta continua su quello che vogliono e non vogliono? Il tempo che passi con loro è quantità o qualità? Io sto con loro qualche ora al giorno e non ci mancano colazioni a letto visite al parrucchiere shooting fotografici e shopping! Il tempo che passo con loro è per loro, lontano da qualsiasi obbligo di lavoro. Con questo non sto criticando la tua scelta di crescere i tuoi figli, ma mi chiedo se tutto questo sia un modo per giustificare le tue scelte lavorative senza sentirti troppo in colpa! Io lascio le bimbe con i nonni e le ho lasciate con le tate e non mi sono mai sentita triste ma anzi felicissima qnd tornavo a casa per poter dare loro tutto il mio tempo e fare quello che loro volevano fare senza stress e senza obblighi. Comunque ti auguro buon lavoro e tanta felicità!
    Ciao
    Sara

    1. Valentina Piccini ha detto:

      Ognuno ha un suo ideale di maternità.
      Io non ho detto che non lascio le mie figlie con i nonni (poco purtroppo, perchè lavorano) o con la tata, che sta con noi tre ore al giorno e non ho nemmeno detto che sto sempre con loro!
      Gli shooting, gli eventi ecc. di solito si svolgono nei weekend, quando le bambine non hanno attività particolari e mi seguono molto volentieri, per ora. Quando non vorrano più farlo non lo faranno. E no, non devo “coprire” nessuna scelta, nel senso che uno non faccio nulla di male, anzi e due la mia scelta dipende in gran parte proprio dalla volontà di stare più insieme. Mio padre è un imprenditore e i viaggi di lavoro che facevo con lui restano ricordi meravigliosi della mia infanzia e adolescenza.
      Detto ciò, le bimbe stanno a scuola fino alle quattro di pomeriggio, hanno provato a fare sia danza che nuoto (scelte loro) ma hanno smesso dopo un paio di mesi perchè dicevano di essere troppo stanche la sera. non frequentano corsi particolari di inglese o altro perchè credo che ciò che imparano a scuola unito al fatto che viaggiando con me fanno tantissima esperienza in molte cose sia più che sufficiente.
      Avranno tempo anche per quello, per ora non mi piace “impegnarle” troppo, avranno tempo per una vita frenetica e piena di impegni.
      Detto ciò, perchè dire che una mamma che fa delle scelte anche per stare di più con i suoi figlideve “coprire” qualcosa? Perchè se dico che le mie bimbe sono felicissime così deve non essere vero? Allora condanniamo anche chi sceglie il part time o simili. Il tempo di qualità è essenziale, ma anche la quantità conta, eccome:)

      1. mara ha detto:

        e niente, ti stimo sempre di più 🙂

  2. Cinzia ha detto:

    Anch’io ho fatto la scelta del blogging per stare vicino ai miei bambini. Non ho un mio blog, ma lavoro per altri. Certo si guadagna di meno, ma la gestione del tempo è mia ….anzi è loro……praticamente lavoro nei ritagli di tempo in cui non devo accompagnarli nei 1000 impegni che hanno. La mattina in cui sono a scuola ad esempio, quelle 2 ore il pomeriggio mentre fanno i compiti prima di andare alle varie attività a turno….(in pratica entro ed esco) e poi la sera…se il cervello mi regge per scrivere…quando loro vanno a fare le ninne o si mettono per i fatti loro (8 e 14 anni). Al momento non vedono di buon occhio il mio lavoro….”lavori sempre”…dice il piccolo ……perché di fatto mi vede al pc, cosa che un bimbo con la mamma che lavora fuori casa non nota….o …..”non sei figa come le mamme delle mie amiche, una medico, una commercilista, una avvocato…..” …percHè seppur giornalista professionista….non mi vede che mi trucco e mi vesto bene per andare a lavorare (santo cielo meno male , l’ho fatto per tanto tempo e non ne potevo più). Di contro però credo di piacere alle sue amiche…..sono io che le accompagno al centro commerciale, al cinema, in gelateria….mantenendomi a debita distanza…. le riaccompagno dalle attività sportive….Per me tutto ciò è assolutamente speciale. Come andare a vedere le partite di calcio del maschio o invitare i suoi amici a casa per la merenda. Il lavoro è un contorno che mi permette di mettere benzina alla macchina e comprare cioccolate per assecondarli…….

    1. Valentina Piccini ha detto:

      Se il lavoro ci fa felici, qualunque lavoro, è un OTTIMO lavoro:)
      Perchè non pensi di aprirti un blog tutto tuo?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.